Home » WooCommerce, costi: è veramente gratuito?
woocommerce costi

WooCommerce, costi: è veramente gratuito?

Introduzione

WooCommerce è un plug in open source progettato per la piattaforma WordPress.

Ma è veramente gratuito? In questo articolo parleremo dei costi di WooCommerce, per poi passare a descriverne in breve il funzionamento.

In sostanza si, Woocommerce è plugin gratuito per gestire uno shop online su WordPress.

Trattandosi di un plugin open source, chiunque lo possieda è libero di utilizzarlo e modificarne anche il codice, talvolta esponendo gli utenti meno esperti in web commerce a numerose insicurezze.

Ma perché, se è completamente gratuito, dobbiamo parlare dei costi di WooCommerce?

In questo articolo vi mostrerò le spese che dovrete mettere in conto per creare il vostro sito e-commerce. Scopriamole insieme!

woocommerce costi
woocommerce costi

I costi di WooCommerce

Cominciamo col descrivere velocemente le spese che vi troverete a dover effettuare, a dispetto della gratuità quasi totale di WooCommerce e WordPress:

– innanzitutto, dovrete acquistare un server dedicato o affidarvi ad un hosting condiviso per mantenere funzionale il vostro sito di e-commerce. Gli hosting condivisi non costano molto, soprattutto se utilizzate alcuni siti online come Siteground (che propongono tariffe economiche, intorno ai 4 euro mensili);

– in secondo luogo, sicuramente dovrete usufruire dei temi a pagamento di WooCommerce: non tutti i temi sono liberi e gratuiti (come spesso accade, i migliori temi sono a pagamento mentre quelli meno accattivanti sono gratuiti);

– potreste dover acquistare un certificato di sicurezza SSL, che garantisce una maggiore sicurezza agli acquirenti. In questo modo, garantirete un’esperienza di acquisto molto più serena e piacevole: l’abbonamento costa circa 50 euro annui (ma è incluso gratuitamente nella maggior parte degli hosting).

– le funzionalità aggiuntive che determinano un’esperienza positiva al cliente sono quasi tutte da estendere sotto pagamento: pensate alle funzioni di notifica o ai vari strumenti d’iscrizione, tutte cose che al giorno d’oggi è necessario avere per rendere competitivo e al passo coi tempi il vostro e-commerce.

Un altro importante step che dovete considerare nella configurazione del vostro e-commerce in quanto a pagamenti extra è l’inserimento di estensioni esterne. Cosa sono e a cosa servono?

Pensate al metodo di pagamento utilizzato: per permettere ai clienti di pagare con metodi alternativi a Paypal, ad esempio, dovrete aggiungere il rispettivo plug in, con un piccolo investimento in denaro.

Insomma, la soddisfazione dei clienti necessita di uno step iniziale abbastanza importante, che però potrà essere ampiamente ripagato. Alcune estensioni importanti per l’esperienza dei clienti sono:

– WooCommerce Stripe Payment Gateway
– Woo Subscriptions;
– Product Add-Ons;
– Mailchimp.

Tutti questi plug in certamente renderanno il vostro sito di e-commerce altamente competitivo e rinomato, mentre se volete evitare questi pagamenti extra, dovete considerare la posizione di svantaggio che ne potrebbe derivare sul mercato.

Come progettare un sito con WooCommerce

Partiamo da un presupposto basilare: WooCommerce non offre immediatamente un sito web, è solo un plugin.

Ciò significa che dovrete prima acquistare un dominio che vi permetta di utilizzare il plug in, ovvero un host per il vostro sito web.

Tra gli host che potrete utilizzare abbiamo numerose possibilità: Hosting WordPress, come altri suggeriti direttamente da WooCommerce: DreamHost, SiteGround.

Personalmente, consiglio Serverplan con cui mi sono trovato sempre benissimo.

Come installare e utilizzare WooCommerce

Per la procedura di installazione di WooCommerce, a differenza di altre piattaforme, dovrete prestare attenzione ai vari step.

Innanzitutto, dopo aver comprato il servizio di hosting, dovrete scaricare WordPress. Solo a quel punto potrete usufruire del plugin WooCommerce.

Più nel dettaglio, per poter installare WooCommerce dovrete possedere dei requisiti di sistema:

- PHP 7.2 o più;
- MySQL 5.6 o più;
- Modulo Apache mod_rewrite;
- supporto per fsockopen on.

Una volta accertati di questi requisiti, per installare WooCommerce cliccate sulla pagina “plugin” del menu e successivamente su “aggiungi nuovo”.

Nella barra di ricerca digitate “WooCommerce” e cliccate sullo stesso plugin che vi apparirà nei risultati. Assicuratevi che l’autore del plugin certificato sia Automattic. Cliccate sul plugin ed avviate l’installazione. Una volta completata, per attivarlo dovrete semplicemente cercare il suo nome sul menu della pagina.

Configurazione dell’E-commerce

La pagina principale del plugin a questo punto vi guiderà passo passo per la configurazione del vostro E-commerce.

Vi verrà chiesto di inserire i dati del negozio (dove si trova, cosa vendete, inserimento di prodotti a catalogo su altri siti di e-commerce, configurazione della veste grafica del sito web).

In seguito dovrete avviare altre impostazioni di base, come la modalità di pagamento e le tasse, la gestione degli ordini e le spedizioni, e infine la gestione del catalogo prodotti.

Niente panico: sul web sono disponibili numerose guide dettagliate di questi step, che peraltro vi verranno spiegati passo passo anche direttamente nella creazione del sito.

Hai bisogno di aiuto con WordPress?

Se hai bisogno di aiuto nella gestione del tuo sito WordPress, posso aiutarti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.